cerca: » vai
busta newsletter gratuita

consultazione gratuita di documenti relativi al mondo delle espropriazioni

Anteprima di stampa versione stampabile


Risarcimento del danno per occupazione appropriativa

Ultimo aggiornamento: 05/01/2007

 

La Corte di Cassazione - con ordinanza in data 20/05/2006 n. 11887, Sez. I civ.- ha posto per manifesta incostituzionalità la questione di legittimità dell'art. 5-bis, comma 7-bis della legge n. 365/1992 (principio confermato dall'art. 55 del DPR n. 327/2001 Testo Unico sulle espropriazioni) per contrasto con i seguenti principi generali:

-         art. 111 Cost., commi 1 e 2, anche alla luce dell'art. 6 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, nella parte in cui, disponendo l'applicabilità ai giudizi in corso delle regole di liquidazione del danno da occupazione appropriativi in esso contenute, viola i principi del giusto processo, in particolare le condizioni di parità delle parti avanti al giudice, che risultano lese dall'intromissione del potere legislativo nell'amministrazione della giustizia allo scopo di influire sulla risoluzione di una circoscritta e determinata categoria di controversie;

-         art. 117, comma 1, Cost., anche alla luce dell'art. 6 e dell'art. 1 del I prot. add. della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, nella parte in cui, disponendo l'applicabilità ai giudizi in corso delle regole di determinazione dell'indennità di espropriazione in esso contenute, assicurando un trattamento indennitario lesivo del diritto di proprietà, viola i vincoli derivanti dagli obblighi internazionali.

 

Vedi anche:




Copyright © 2003-2015 ConsulenzaEspropri.it Srl
Realizzazione siti internet Meravigliao.it