cerca: » vai
busta newsletter gratuita

consultazione gratuita di documenti relativi al mondo delle espropriazioni

Anteprima di stampa versione stampabile


Niente sanatoria sugli espropri se non si dispone dell’indennizzo dovuto al proprietario

Ultimo aggiornamento: 05/08/2011

 

Con la nuova sanatoria sugli espropri, introdotta con l’art. 42bis del T.U.E., l’amministrazione che utilizza il bene riacquista il potere di espropriare, ma deve disporre dell’indennizzo dovuto al proprietario. L’articolo richiamato, infatti, prevede che la proprietà si trasferisca al momento dell’emissione del provvedimento e che la somma dovuta al proprietario costituisca un indennizzo, non un risarcimento del danno; la norma stessa, in ogni modo, fa passare la proprietà all’amministrazione sotto la condizione sospensiva che il pagamento dell’indennizzo stesso sia erogato realmente entro 30 giorni. Con la nuova disposizione, pertanto, il pagamento ha un ruolo centrale, poiché condiziona il passaggio di proprietà. L’amministrazione, conseguentemente, prima di agire deve avere acquisito la disponibilità delle somme dovute a titolo di indennizzo, dovendole perentoriamente, erogare entro 30 giorni dalla data del provvedimento di acquisizione

 

Vedi anche:

  • Offerta speciale EsproSit
    Dalla collaborazione con Siteco Informatica nasce Espro-SIT LT, la soluzione chiavi in mano per la procedura espropriativa » vai

  • Iscriviti ora!
    Per avere accesso a tutti i servizi offerti, consulta le nostre modalità di abbonamento e offerte speciali.

  • Organizzazione corsi
    Lo staff del sito organizza corsi di formazione e aggiornamento in materia espropriativa, strutturati a seconda dei soggetti a cui sono rivolti e in base alle specifiche esigenze.




Copyright © 2003-2015 ConsulenzaEspropri.it Srl
Realizzazione siti internet Meravigliao.it