cerca: » vai
busta newsletter gratuita

consultazione gratuita di documenti relativi al mondo delle espropriazioni

Anteprima di stampa versione stampabile


L’acquisizione sanante, di cui all’art. 42 bis del T.U.E., si applica anche ai processi in corso

Ultimo aggiornamento: 26/02/2015

 

L'art. 42 bis del T.U.E., che attribuisce alle Amministrazioni la facoltà dell’acquisizione sanante, nel caso si beni occupati senza titolo, si applica ai processi in corso ed anche ove essi concernano procedure espropriative pregresse.

In merito il Consiglio di Stato, con sentenza 29 gennaio 2015 n. 437, afferma:

 

“L’inequivoco tenore di cui al comma 8 del predetto articolo 42 bis (“le disposizioni del presente articolo trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore ed anche se vi è già stato un provvedimento di acquisizione successivamente ritirato o annullato, ma deve essere comunque rinnovata la valutazione di attualità e prevalenza dell’interesse pubblico a disporre l’acquisizione; in tal caso, le somme già erogate al proprietario, maggiorate dell’interesse legale, sono detratte da quelle dovute ai sensi del presente articolo.”) e le consolidate affermazioni della pacifica giurisprudenza consentono di affermare che la norma in questione si applichi ai processi in corso, ed anche ove essi concernano procedure espropriative pregresse.”

 

 

Vedi anche:

  • Testo Unico
    Guida operativa con tutte le fasi del procedimento e i modelli necessari, specifici per il nuovo procedimento introdotto! » vai

  • Riduci i rischi di errore e di contenzioso sugli atti che devi adottare!
    E' attivo il nuovo servizio di orientamento procedimentale, validazione atti e perizie.

  • Software + Consulenza
    Il software di gestione per gli espropri, con una anno di abbonamento gratuito!




Copyright © 2003-2015 ConsulenzaEspropri.it Srl
Realizzazione siti internet Meravigliao.it